Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

venerdì 17 novembre 2017

Sentire il cuore



LA POESIA È SOPRATTUTTO NEL CUORE. 
SE NON ESISTE È DIFFICILE SENTIRLA! 

Pia 



lunedì 13 novembre 2017

😊



È la felicità... 
Così bella e 
così incompresa. 


Pia 




Stravolto!



Se vuoi ti stravolgo la vita! 
Nelle mie folle decisioni 
che tu ti diverti ad assecondare. 
Nelle scelte strane 
ed apparentemente senza senso 
perché credi in me 
e sai che non so sbagliare. 

Ti stravolgo la vita 
quando cambio i tuoi piani, 
quando trovo la tua cosa giusta 
e l'applico...perché neanche tu 
sai errare. 

Se vuoi ti travolgo 
con i miei pensieri, 
le mie parole, 
i miei ingorghi veri. 
Ma poi ti stravolgo 
anche con il mio buon senso... 

... 

Fatti stravolgere 
e non ti crucciare... 
Tanto lo so...non resisti 
ed io...e tu...mi lasci fare. 


Pia 





martedì 7 novembre 2017

Dolce Natale in anticipo




Buongiorno amici. 
Vi state preparando per il dolce Natale? 
Lo so sembra troppo presto per parlarne ma non per me. 
Di solito sono tra le ultime persone della famiglia, quella che non prepara fino a quando non arriva il fatidico 8 Dicembre...ahahahah...e neanche allora... 
Invece quest'anno stranamente il mio pensiero è rivolto a quest'evento. 
Forse sono gli avvenimenti che si succedono nel mondo, tragedie, morti senza senso e la continua lotta per la sopravvivenza...sì, credo sia questo. 
È così difficile vedere il prossimo periodo di festa con serenità. 

Ovunque abbiamo egoismi, soprusi, cattiverie di ogni genere, giovani che vivono male la loro vita e che provano a mostrare la loro forza con la violenza, soprattutto verbale e nel web...già, proprio nel web, gli adulti danno il cattivo esempio, nessuna saggezza e continue finzioni, tutti attori...ed i giovani fingono di essere adulti, mostrano ciò che per loro sembra giusto ma non lo è. 

Orgoglio, pregiudizi e giudizi, macchinazioni di pensiero...anche e soprattutto i colti ed apparentemente sapienti, non fanno nulla, anzi loro agiscono nel modo peggiore credendo di essere nel giusto. 

È terribile e visto che nessuno prova minimamente a cambiare o perlomeno ad essere diversi dalla massa, allora ci provo io. 

Siate veri e sinceri, abbiate sempre fiducia nella gente, anche se c'è chi finge bontà con voi, una volta scoperti saranno proprio loro ad abbandonarvi. 
Non dispiacetevi però e dite sempre ciò che pensate, chi vi ama davvero non vi lascia soli e non vi delude o perlomeno prova a tornare sui propri passi e con coraggio e determinazione vi chiede perdono. 
Ahahahah...sembra una favola ma vi assicuro, è così. Altrimenti meglio perderli che trovarli (saggezza antica ed antico detto). 

Allora pensiamo al Natale. 

Se questo periodo si prolungasse per l'intero anno, tutto sarebbe diverso. 
Fateci caso. Le azioni e la ragione sembra che vogliano trovare sempre un compromesso con il cuore. 
È più facile avere rapporti con gli altri, siamo più sereni se non propriamente felici. Ci riuniamo in feste e banchetti, usciamo da soli oppure in compagnia  per fare compere, per i regali. 
Riflettiamo bene prima di ogni parola ed ogni azione, evitando così di provocare disagi o litigi inutili. Siamo attenti e sempre propensi al bene. 

Ecco, questa mio stupido scritto lo dedico a chi non mi conosce, a chi mi giudica e desidera farmi apparire per ciò che non sono. Lo dedico anche a chi mi conosce davvero o perlomeno ha provato a conoscermi davvero, seppur non di persona. Ed infine a tutti coloro, giovani e vecchi che credono ancora che la vita va vissuta con serenità, senza inutili lotte ed inganni. 

Dedico tutto ciò a chi amo ed a chi mi ama. 

Felice tempo di Natale a tutti! Grazie! 



Immagine dal web 


domenica 5 novembre 2017

Quella curva deliziosa




Ma tu, tu continua a sorridere.
Anche se non riesci a farlo
anche senza te al tuo fianco
anche se non resisti
anche se sembra inutile farlo.

Scopri e mostra il tuo sorriso
come quando da bambino
non sentivi alcun vicino
sprofondato nel tuo mondo
ti sentivi così giocondo.

Sorridi sempre alla gente
alle capre, al viandante.
Alla foglia, al topolino
al ricambio di un bambino.
Alla nuvola vagante
alla goccia ed al passante.

Hai scoperto che vuol dire?
Hai sentito il cuoricino?
Hai presente quella volta
che una mano le stringesti?
Quello sguardo sorridente
che per te solo vivrebbe?

Ecco dunque sempre sorridi...
già dimentica lo spessore
dei problemi e dei dolori.
Quelli sempre ci saranno
ma tu fermo dici alt!
Mai più qui si vedranno
se le labbra rifaranno
quella curva deliziosa
che sì, ammalia generosa.

Dai sorridi e ridi ancora
ecco vedi? Anche la rosa
ha ripreso il suo colore
e sorride con ardore.

Vita forza, vieni pure.
Intatta e dura non vincerà
perché di gioia ormai vestirai.


Pia



Immagine creata da me
Vietata riproduzione 


sabato 4 novembre 2017

Amici



Quanto grande è ritrovarsi improvvisamente in casa un gruppo di amici che desiderano condividere con te un pizzico di tempo, non te lo fanno pesare ma si concedono senza neanche accorgersi di quanto possente sia un tale atteggiamento. 
In questo ultimo periodo mi è accaduto spesso e ne sono immensamente felice. 
Qui li ringrazio, anche se forse neanche leggeranno ciò che ho scritto. 

Gli amici sono importanti solo se sono veri. 

Ciao a tutti. 


Pia 



giovedì 2 novembre 2017

Finiti e dispersi



Ho disperso tutti i miei sogni in un mare di gesso.

Ho frantumato i miei dolci ricordi
di quando bambina correvo per casa
fermandomi contro quel muro.
Sembrava bellissimo
tutto lo spazio per me.
Disegnavo alberi, case, fiori...
Pezzi di gesso colorati
e mi sporcavo
e starnutivo
e...non mi importava.

Ora quello spazio...
Dov'è?

Disperso in un mare di gesso...

Bianco, asettico e senza senso.
Ora non mi serve più.
Ora quel muro non esiste più.

Tutto è aperto
tutto è reale
tutto è diverso
tutto è finito...contro l'infinita immaginazione.

Sogni infranti
dispersi in un mare di gesso.


Pia





domenica 29 ottobre 2017

Passato e presente



Quando ho iniziato a scrivere nel web ero davvero incosciente.

Credevo fosse solo un gioco, che chi mi avesse letto si sarebbe divertito a conoscermi ed a scambiare due o tre parole con me e che tutto finisse lì.
Addirittura pensavo che forse nessuno mi avrebbe minimamente considerata e che per gli errori che avrei commesso nella scrittura tutti sarebbero fuggiti.
Per questo inizialmente scrivevo di getto, postavo tutto, a volte, senza rileggere e non mi importava.

Tornando sui miei vecchi lavori, mi rendo conto di quanto mi sia sbagliata, di quanto fossi stata ingenua e di quanto scrivessi male...ahahahah...

Però ora so anche che tutto ciò non è stato un errore, che questo mi ha aiutato ad essere me stessa ed a corrermi in seguito.

Logicamente credo di scrivere ancora male, gli errori sono di meno ma ci sono e che forse non sarò mai brava.
Però almeno ora ho più coraggio a mettere su carta i miei pensieri e se sbaglio dovrò correggermi da sola, come ho sempre fatto, andando avanti per la mia strada ed i miei sempre ingenui pensieri.

Ma forse ora c'è più consapevolezza, maturità e riflessione.
Continuerò...oramai non mi aspetto più nulla tranne la speranza di continuare a divertirmi ed a divertirvi.

Non so se tutto ciò sia capitato solo a me, credo che l'esperienza sia importante e la pratica ancora di più.

Se non si conoscono i mezzi, si commettono anche errori grossi di valutazione e per questo tanti fraintendimenti dei quali ora, seppur mi dispiacciono, non ho più alcun interesse e li ho ampiamente archiviati.

Per cui vi ringrazio tutti, chi è andato via in un modo od in un altro, chi invece è rimasto e chi ormai mi conosce da tanto e non mi ha mai abbandonata ma, al contrario, enormemente sostenuta.

Grazie davvero a tutti! Ciao.






martedì 24 ottobre 2017



Le giornate sono incantevoli se hai un cuore sereno. 
Non importa se faccia buon o cattivo tempo, se il lavoro è duro o se è rado. 
Mantenetevi sempre con con la mente aperta e scacciate i brutti pensieri. 
Che oggi sia fantastico davvero... 
Buongiorno a tutti i miei amici, ciao! 


Cavallo alato
Hasan Novrozi 

lunedì 23 ottobre 2017

Una buonanotte a tutti i miei amici. Grazie!




Ed infine arriva la notte. 
La stanchezza di oggi non mi ha dato modo di riflettere su nulla. 
Vorrei mille giorni ed oltre sempre così ma forse chiedo troppo. 
Quindi anche ora, come spero ogni fine ed inizio giornata, voglio augurare tanta serenità. 
Buonanotte a tutti! 







domenica 22 ottobre 2017

Con un fazzoletto



Oggi ho preso un fazzoletto  
sventolandolo in cielo. 

Aveva soltanto una forma...in principio. 
Triangolo come d'antico. 

Ma cosa succede se solo proviamo 
se tutto vien mosso 
e poi agitato. 

Un semplice gesto comune ad ognuno. 
Un piccolo lembo tra dita burlone. 

Lo vedi sorridere 
e ti sembra felice. 

La gioia di essere 
di nuovo osservato 
ed ancora donarti quel saluto agognato. 

Ma anche giocare 
con l'aria ed il vento, 
le forme che cambiano 
e divengono tempo. 

Tempo di svago, 
di dolci pensieri, 
giornata tranquilla. 

Poi vedi una foglia od anche una nuvola, 
Un essere alato oppure una vela. 

Sorrido e continuo... 

Ecco una farfalla 
un elfo burlone 
oppure una fata. 

Cavalli che corrono 
liberi e forti, 
la danza di un fiore 
con grande espressione. 

È bello essere sereni nel mondo. 
Vedere qualcosa 
che mai avresti potuto... 
o magari voluto. 

E se di conoscermi, 
vedermi davvero, 
saprai finalmente 
quanto io sia serena. 

Felice di essere attenta alla vita; 
che intanto regala forza tra le dita. 

Annulla ogni male 
in un piccolo gesto, 
che sembra sì piccolo 
ma porta al progresso. 


Pia 





giovedì 19 ottobre 2017



L'intelligenza non è qualcosa che si ha dalla nascita
ma la si ottiene costruendo la vita.

Pia 





lunedì 16 ottobre 2017

Scelta libera



Ideata.
Progettata.
Innalzata.
Per dividere, per contenere.
Per proteggere, per racchiudere.
Ti fa strada se la costeggi
e nel buio fa paura.
Con quegli angoli spigolosi
e la curva che non si spezza.
È finita od infinita
se l'illusione è perfetta.
È materia naturale
è prodotto di ricerca.
È fortezza e sicurezza
ma se fragile non è certezza.
Si può anche attraversare
se uno spazio si va a creare.
Essere libera
a te la scelta...
Se la trovi
non è una scoperta
perché è lì
e sempre ti aspetta.
Grande forza
per una casa...
All'esterno si fa montagna.
O una siepe che rinfresca
gioia agli occhi come festa.
L'attraversi quasi ogni giorno.
Può esser chiusa oppure aperta
Esser lunga oppure corta.
...
La parete e la sua porta.

Pia


Immagine modificata da me 

venerdì 13 ottobre 2017

Il tuffo



Ho camminato lungo il fiume. 
Era placido e solingo, come anche i miei pensieri. 
Finalmente serena, tranquilla... 
Era tanto che ci pensavo 
erano tutti lì sospesi ed inutili. 
Ero riuscita a conquistarlo 
Ero stata conquistata.  
La felicità era forse quella? 

Il fiume aveva un colore diverso oggi. 
Guardavo tale diversità con stupore. 
Era azzurro misto al verde intenso 
ma con una sfumatura luminosa 
che tutto rendeva opaco 
e contemporaneamente trasparente.  

Camminando sulla riva 
ero così vicina. 
Così vicina 
da desiderare un tuffo. 

E lo feci. 

... 

Meravigliosa sensazione 
unica ed irripetibile. 

Bagnata ripresi il cammino. 
Sorridevo. 
Ero serena 
e felice. 


Pia 



Immagine dal web

venerdì 6 ottobre 2017

Storia di una ciliegia



E la ciliegia rotolo` via, lontano. 
Aveva percorso tratti di fango e terra, pioggia e sole.
Ma non aveva perso la sua genuina freschezza.
Allora fu raccolta da piccolissime mani.
Mani che non conoscevano lei.
Conoscevano però la fatica e la generosità. 
Quelle mani raccolsero la rossa ciliegia.
E così il piccolo frutto continuò a percorrere la strada.
Era finalmente al coperto, protetta come un prezioso tesoro.
Era felice, al sicuro, eppure non conosceva quelle mani e neanche quella sacca nella quale era nascosta.
Poi senti` una forza che la spingeva verso il piccolo angolo nascosto.
Lui stava correndo, sembrava felice.
Le piccole mani ora reggevano lei.
La ciliegia fu offerta alla dolce mamma, ammalata e sofferente.
Che prese il frutto e la divise a metà.
Per lei e per il suo gentile piccolo angelo.
Finse di mangiare la sua parte.
La metà ciliegia fu riposta al sicuro nella credenza, pronta ad essere il misero prossimo pasto per il dolce fanciullo.
Lui che tornò nel vecchio garage a lavorar per guadagnare un posto di ristoro per sé e la misera madre.
La ciliegia non perse il suo rosso colore né la sua dolcezza.

Pia





lunedì 25 settembre 2017

Bugia di pace



La serenità d'animo? 
Un'enorme bugia che qualcuno racconta e si racconta per un attimo di meritata pace. 
Esiste solo nel feto di una mamma, in un neonato... 
Od anche nel volo di una farfalla, di un petalo o nel semplice alito di vento. 
Non fingiamoci sereni se non è così. 
Però non smettiamo mai di credere nel suo raggiungimento... 
Seppur una bugia è comunque dolce...quell'attimo. 

Pia 





Paura



È difficile comprendermi.

Spesso ho paura.
Lo so tutti hanno paura e lo nascondono bene.
Forse anch'io cerco di nasconderlo, non so.
Ho paura.
Ed oggi lo dichiaro apertamente.
Non desidero con la mia presenza ledere.
Non voglio fare del male.
Se mi accorgo che ciò possa accadere, fuggo.
Mi allontano.
Mi autoelimino.
Preferisco non andare a fondo con una nuova amicizia.
Per fare un esempio. 
O non difendermi per una provocazione dettata dalla malvagità. 
Tra l'altro azione inutile per me. 

Ho un forte rifiuto in ciò che possa elargire sofferenza.

Spesso mi chiedo come è visto tale comportamento da altrui persone.
Forse appaio finta, fredda, insensibile, sciocca.
Ma non mi importa.
Quello che conta è altro, molto più profondo ed importante.

Mancanza di autostima dice qualcuno.
E sorrido.
So per certa che non è così.
Orgogliosa?
Spesso.
Testarda?
Qualche volta, prima lo era di più.
Permalosa?
Molto.
Perché mi accorgo sempre se mi si prende in giro, ma assecondo.

Raramente mi arrabbio.
Se lo faccio se ne accorge il mondo intero.

Se voglio chiarire lo faccio, raramente e con semplici parole.
Dirette e chiare.

Ma ho sempre paura.
E se è troppo intensa io non esisto più per nessuno.
Non diverrò certo famosa così.
Non mi conoscerà mai nessuno.
Ma sarò fiera di me.
Avrò conquistato, alla fine, qualcosa di molto più assoluto. 

Il mio essere! 

Anche così son certa...è difficile comprendermi.


Pia




giovedì 21 settembre 2017


🎶🎶🎶 

Vorrei poter un giorno accarezzare quei tasti. 
Piccole mani che non potranno mai imparare. 
Ma sento quelle note 
ondeggiare nei miei pensieri. 
Una sinfonia di Schubert. 
Dolce, forte, struggente. 
Ormai non ho più tempo
per potertela donare. 
Il tuo senso dovrà essere unico 
per arrivare lì 
dove aleggiano i miei pensieri 
e la sua musica. 

Pia 





martedì 12 settembre 2017

Ego



Amo la tua forza e la tua personalità... 
Tulipano il nome ma io ti chiamo Pia. 

Pia 




sabato 9 settembre 2017



Non esprimere la propria opinione è come se la parola avesse un lucchetto chiuso.
Andare contro le opinioni della maggioranza, il ragionare con la propria testa...ecco, questo è per pochi ed oggi sono ancora di meno.
Il desiderio più grande della nostra vita dovrebbe essere la conoscenza e non la solo cultura.
Gli anziani e l'esperienza insegnano ed un tempo i laureati erano la minoranza...diamo maggior valore ai nostri pareri, senza paura...
Troviamo la nostra chiave ed offriamola a chi ha il coraggio di rendere libero il pensiero...fosse anche una fata immaginaria.
Se sbagliamo, il confronto ci farà cambiare idea. Ma non limitiamoci ad un solo comune pensiero.

Pia



martedì 29 agosto 2017

Dipinto estivo



E poi non lo sai neanche tu.

Il luogo è sereno, nulla di superiore, un posto dove ci si rilassa, dove finalmente hai qualche momento solo per te ed i tuoi pensieri.
Magari annulli tutto ed ascolti ed osservi...

C'è caos intorno a te e non lo percepisci...è bello, sì...

Dura il tempo di un pezzo musicale che ascolti distrattamente...

Sei distesa, vorresti restare così...ma non ci riesci.
Ti siedi un po` insonnolita, ti guardi intorno.
Poi ti alzi in piedi ed il tuo sguardo inizia a scrutare...

Non lo sai neanche tu il perché,  vedi intorno persone che si divertono ma ciò che noti è qualcosa di diverso...

Sulla spiaggia si balla,
Sole, sudore, sorrisi, divertimento.
E vedi...
Un giovane ragazzo che sorride ma non come gli altri.
Si diverte tantissimo e vorrebbe potersi alzare da quella posizione che l'obbliga all'immobilità...
Muove solo la testa e ride, di vero gusto, davvero lo fa!

Poi ascolti qualche discorso, un po` sprezzante, dei vicini d'ombra e sole...
Qualche critica velata d'ironia intorno ad un lettino cosparso di carte da gioco.

Stralunata, osservi un gruppo di ragazzi che in silenzio hanno in mano i loro smartphone...poi improvvisamente risorgono dall'oblio e decidono, tutti insieme, di tuffarsi nel mare...

Ma mentre i balli continuano,
una dolce donzella muove il suo fisico a ritmo personale, perché non è nel gruppo? Ti chiedi...ma forse non l'accettano a causa di una diversità che non dovrebbe emarginare...

E poi non lo sai neanche tu il perché.

La vita ha i suoi ritmi e continua imperterrita.
Non importa il luogo, tutto è immutato...
Ma forse stai pensando troppo, forse dovresti spezzare quella strana sensazione che provi sempre e che riguarda il cuore...forse dovresti rilassarti ancora...
E così torni distesa sul lettino, a sciogliere sotto il sole, te stessa ed il tuo essere.
Sarà una cosa giusta?
Magari ti rassereni, chissà...


Pia





martedì 8 agosto 2017



Un giorno capirete il suo grande affetto. 
Forte, sincero, ingenuo, vero. 
Ma sarà troppo tardi...
Sarà già, ormai, via. 

Pia 




sabato 22 luglio 2017

L'anima alla rosa



La mia più grande soddisfazione è non ferirti, 
curarti 
e starti vicino. 
Così da godere della tua bellezza 
il giorno in cui ti ammirero` 
nella tua infinita 
maestà. 

Ed io 
non potrò più fare a meno di te! 

Pia 






venerdì 21 luglio 2017

Travolgente calma di note



Ma sono qui. 
Tra lo svolgere della tempesta. 
Una dirompente e tumultuosa...
e vivo. 
Mi stai ascoltando ora? 
Sconvolto nel profondo! 
Eppure sono cieco. 
Non senti la calma? 
Sarò senza vista per te... 
Il mio violino ora tra le mani, 
Sprigiona tutta la forza 
che con dolcezza 
vuole donarti. 
Il desiderio scatenante di te 
placato dalla melodia. 
Non vuoi raggiungermi? 
Allora lo farò io... 
Ti distruggero`l'udito. 
Sarai colma di me 
nell'impeto di queste note. 
Aggressivo nella delicatezza di questi suoni 
ed i movimenti 
ti faranno provare 
quel grande desiderio di possedermi. 
La senti ora? Mi senti? 
Tu mia tempesta 
ed io che pur non vedendoti 
nella tua assenza
con questi suoni 
ti attiro a me... 
Ti desidero 
e ti avrò...così... 
Finalmente 
E follemente uniti! 

Pia 





sabato 15 luglio 2017

Per me



Sono del parere che non si possa scrivere a comando. 
Non amo le scalette e neanche gli ascensorini...eheheh... 
In ogni cosa la spontaneità deve predominare. 
Sono sbagliata forse. 
Non mi interessa. 
La sensazione che ho quando faccio qualcosa di vero 
è troppo grande e non ho intenzione di fingere parole 
o disegnare qualcosa se non mi va. 
Credo che ciò non interessi a molti, 
ma la chiarezza nelle mie azioni è importante, 
quindi lascio questo scritto 
come testimonianza più per me che per altri. 
Se dovessi perdere la strada, magari rileggendo... 

Ecco tutto. 





martedì 4 luglio 2017

È diverso



L'arte non è qualcosa che si debba necessariamente mostrare. 
Vedi un fiore e pensi: potrei riuscire a disegnarlo? 
Rispondo: no, rovinarei la sua grandezza. 
Ma l'impulso mi fa provare...in fondo conosco il suo essere, i suoi colori, la sua forma. 
Ma...cosa viene fuori? 
È diverso...penso... 
Cosa vedranno gli altri in questo lavoro? 

I pensatori vedranno problemi da risolvere o soluzioni sull'esistenza... 
I psicologi me stessa...  
I giocatori un modo per ingannare la realtà... 
Il contadino la semplice bellezza ed il duro lavoro... 
Il politico la propria immagine... 
L'onesto lavoratore qualcosa di vero... 
Il giovane la curiosità e la risposta al suo perché... 
La persona matura un ricordo e la propria vita... 

Sono tanti che guardano, osservano, ammirano o criticano... 

Io, creduto artista invece penso: 
Meglio distruggerlo e non provarci ancora. 


Pia 



giovedì 22 giugno 2017

Luce e tu...



Ho riposto il mio sguardo su di te
ed ho pensato:
Sarebbe meraviglioso farlo ogni giorno.

Luminoso e sensuale il tuo volto.
Seguire il cammino del raggio di sole
che dalla punta dei tuoi capelli scomposti
compie una dolce carezza.
Continua il suo percorso
ed io ormai sono quel lume
pericoloso ed insinuante.
È leggero, più della piuma
insensibile al tatto
discende inseguendo la fronte
che ricorda
un guerriero greco...
ed il naso
dalla forma imperiosa
dolce e forte
emoziona
e ti dona la personalità
che innamora
proprio nel suo essere imperfetto.

Il primo bacio lo ripongo lì.

Seguo la curva
che mi porta
su una sottile linea
un dolce sorriso sereno
piccolo mio.
Vorrei fermarmi lì
per un istante e per sempre...

Secondo bacio
leggero per non svegliarti...
Eccolo è tuo.

Ma la luce
inesorabile non si arresta
ed arriva giù
sul tuo mento
che ricorda
le onde del mare
in un meriggio d'estate.
E poi il tuo meraviglioso collo
quanti dolci
ed appassionati baci
vorrei riporre lì
ma mi trattengo
e non so come faccia a resistere.

Poi rialzo il mio sguardo...
I tuoi occhi chiusi...

Li preferisco aperti
per immergermi
nella profondità
del tuo colore.
Il loro cambiare
tumultuoso
e sempre in tempesta
nel mio stupido immaginare.
E sono miei
ora e per sempre.
La mia conquista
felice
nel turbinio della vita.

La luce va via.

Non ti svegliare
mio dolce incanto
io sono qui accanto
e continuo ad osservarti.


Pia 







domenica 18 giugno 2017

Pareri artistici



È ormai tanto che osservo i vari lavori di artisti sconosciuti e non... 
Sono sempre stata attratta dalla vitalità di alcuni lavori che in qualche modo abbiano sempre, come base, una lettura positiva. 
Ma nelle mie ultime osservazioni ho notato cambiamenti molto forti. 
È sempre stato così, il periodo storico in cui si vive è rispecchiato enomermemente nell'arte. 
Ciò che affascina e si esprime ultimamente è un senso estremo di negatività ed a volte sconfitta. 
Questo non mi piace, per cui ho desiderato scrivere ciò, affinché il mio pensiero possa, almeno in piccola parte, testimoniare il non desidero che anche i miei lavori abbiano una tale attitudine. 
Come esempio anche a chi invece si fa influenzare dagli avvenimenti e le mode attuali, tendenze che dovrebbero avere un subitaneo arresto e cambiamento. 
Ovviamente il fascino del negativo attrae molto anche me, mi diverte certo ma...è come affrontare una sfida che debba essere però, inevitabilmente vinta. 
Niente sconfitte...magari ironizzare mostrando cattiverie e disonestà, certo...mostri e armi distruttive di pensiero, disegni orripilanti e ambienti spettrali che però finiscano in una fantasiosa risata. 
La realtà sarà anche diversa, però non deve essere accettata con rassegnazione e rabbia. 
Reagire e distruggere l'errore, trovare una soluzione, ecco cosa deve predominare, soprattutto nell'arte. 
Essa è sempre in primo piano e deve in ogni caso mostrare positività, almeno per me. 

Grazie della pazienza ed attenzione ed auguro a tutti una felice Domenica sera. 
Ciao.