Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

domenica 31 dicembre 2017

La fine e l'inizio



Tutto è lì 
tra la fine e l'inizio 
tra la fulgidezza delle stelle, 
la luna grandiosa ed il nuovo giorno splendente. 

Un nuovo giorno per un nuovo anno. 


Pia 


Immagine dal web 

martedì 26 dicembre 2017

Uno splendido giorno di Natale



Uno splendido giorno di Natale.

Vissuto nel modo giusto.

Con tanta attesa e tanta gioia.

Con tanta fatica e finale stanchezza.

La gioia più grande?

La mia dolce nipotina.

La sua storia su Babbo Natale.

Eccola a voi:

"Sai zia cosa mi ha raccontato Babbino Natale?
Una storia molto strana che a me è piaciuta tanto.

Mi ha raccontato dei tanti bambini nel mondo.

Di quelli che sentono il profumo di un piccolo frutto e sono felici perché a loro non è concesso.
Dei bimbi nascosti e che nessuno conosce e sono rinchiusi nelle loro stanze perché malati e nessuno li conosce.
Dei bimbi che sono felici, perché il loro papà è finalmente con loro, lontano dalle guerre e dal lavoro.
Dei bambini che seppur senza famiglia, hanno sorrisi e tanto amore, solo in questo giorno.
Dei diversi modi di concedere una carezza, a volte è semplice, dolce e senza cattive intenzioni...

Allora non credo di aver compreso bene...
Babbino Natale, davvero sono felici?

Ma lui non aggiunge altro, mi sorride felice ed assicura dolcemente il mio cuore.

Allora cara zia...io sono felice!

Non ho qualcuno che mi obbliga a rinunciare al profumo dell'Arancia che amo moltissimo.
Non sono malata e sola.
Il mio babbo ed anche la mamma, tutta la mia famiglia è sempre con me.
Non conosco altra carezza che quella fatta con amore sincero e limpido.

Sì, sono felice. Grazie zia!"

Ma una lacrima nascosta non ha solcato il mio viso.

Solo perché la mia dolce nipotina mi ha ricordato che la sensibilità non è per tutti.
Che lei deve avere la felicità che desidera.
E che sicuramente, un giorno, lei lotterà e tirerà fuori tutta la grinta, l'intelligenza e la capacità per salvare tutti coloro che non abbiano avuto la sua stessa felice infanzia.

Intanto sorrido e ringrazio.

Il mondo ha una speranza in più. 

Ed il Natale è compiuto.


Pia





sabato 23 dicembre 2017

Vi riconosco e vi ringrazio



Le persone belle esistono.
Sono quelle che ti scaldano il cuore e che ti rubano un sorriso solo se le pensi.
Quelle che non fanno nulla, non dicono nulla ma le senti.
Quelle che non soffrono e tu non soffri nello stare insieme.
Le persone belle costruiscono senza fatica, si affacciano sul mondo leggere come piume al vento.
Poche sono queste persone e le vorresti sempre con te, ovunque, anche se solo nei pensieri o nel cuore.
Oggi voglio dedicarvi questo mio pensiero.
A voi che anche qui ho conosciuto. Alcuni sono andati via...
Ma a voi, miei amici speciali, voglio dire grazie.
Grazie per ogni piccola, semplice, cara parola che mi dedicate.
Grazie per ogni vostro saluto ed anche per ogni semplice pensiero che mi avete rivolto.
Grazie perché senza di voi tutto sarebbe diverso.
Riconosco le persone belle e seppur non ricambiano la mia stima, io non smetterò di seguirle. Spesso si nascondono o vengono fraintese o non mi comprendono...ed anche loro vanno via. Ma non importa, per me ci sarete sempre, perché se solo il pensarvi mi fa sorridere una ragione ci sarà.
A tutti voi, anime gentili ed amici genuini dico grazie.
Voglio dedicarvi queste mie strambe parole, sperando che almeno un pochino le gradiate e spero possiate perdonarmi se non riesco a dimostrare maggiormente ciò che provo per voi.

Così vi auguro di non smettere mai di essere come siete, non cambiate e donate sempre la vostra meravigliosa, semplice bellezza al mondo.

Tantissimi auguri amici cari e che queste feste siano speciali, esattamente come lo siete voi.

BUON NATALE!


Pia



Immagine dal web 


mercoledì 20 dicembre 2017

Miracolo di neve



Spesso succede così... 
Tu desideri, desideri, desideri... 
Ed ecco, avviene! 

Pia 




martedì 19 dicembre 2017

🐋🐋🐋



Senti profumi d'ambra 
sotterranei. 
Il caldo ed il sole. 

Pia


Immagine dal web 

venerdì 15 dicembre 2017

Costruzioni a mezzanotte ed ancora



È mezzanotte e non hai sonno.
Prendi il tuo strumento musicale, non importa se ascoltano, non importa se sentono il dolore. 
Stonando intanto sogni...

Cambi.
Non hai lo stesso umore, non hai più lo stesso gradimento.
Ti volti.
Ecco forse ora ci siamo.
Ricambi il sorriso della grande Emily...
Lei mi da qualcosa di speciale.
Ha il profumo dei campi in primavera, ma anche, dei giovani bucanevi.
Candida levità.

- Hai presente quando la mente non riposa?
   Desidera, desidera, esplora, esplora, trova, trova, è felice, è felice.

Troppo veloce la lettura, conosciuta ed amata, ormai conclusa.

La Mezzanotte non è più.
Pencil...
Ahahahah...reminiscenze di vecchi studi.
Pencil...
Prendi in mano la pencil.
Ormai vedi già un volto.
Sorridente.
Forse devo correggere, lo fai.
Basta, non voglio concludere.
Devo pensare e scegliere bene.

Il volto ormai è lì da tanto tempo.
Aspetta un tuo ritorno.

Pia. 



Dal web 



Liberi




Immagine dal web



Scrivere non è facile. 
Prendi un foglio 
Prendi una penna 
Fermati un istante. 

Non riuscirai. 

Prendi un tablet 
Usa una tastiera 
Decidi un tipo di carattere. 

Potrei riuscirci 
Prova 
Inserisci le lettere 

Scelta eccellente. 

Ora va bene 
Continua senza indugio 
Sbagliare e correggere. 

Scrivere 
e sentirsi finalmente 
Liberi. 


Pia 



lunedì 11 dicembre 2017

Ingenua



Avevo una forte voglia di gridarle: attenta all'inganno! 
Ti ha ben catturato, conoscendo il mio grande bene nei tuoi confronti! 
Ma tu hai preferito scegliere chi ti lusinga, chi ti accarezza per allontanarti da me. 
Attenta! 
Ma poi feci silenzio. 
Forse ho sbagliato, 
forse sono stata ingannata anche da te. 
Stupida ed inutile, come sempre ingenua. 


Pia 





domenica 10 dicembre 2017



È bello donare, pregare, perdonare, discutere e fare pace. 
È bello e se non è compreso, pazienza. 
Ti prenderanno in giro, ti umilieranno, quelli che credevi amici ti tradiranno. 
Ma tu prega per loro, perché senza ciò si perderanno. 
Vi chiedo siete felici? 
Se no è la vostra risposta, almeno chiedetevi perché. 

Io invece risponderò sempre sì. 


Pia 



Giovanni Lorenzo Bernini
in:
Basilica S. Maria del Popolo
con la scultura "Daniele nella fossa dei leoni"
posta nella Cappella Chigi. 

Ti riconosco



Sensibilità. 
Nel bisbiglio del silenzio. 
Nel sorriso rubato. 
Nel brivido di freddo. 

Sensibilità. 
Nella carezza inaspettata. 
Nello sguardo gentile. 
Nel raggio d'inverno. 

Sensibilità. 
Parole vere. 
Gesti possenti. 
Doni impazienti. 

Sensibilità. 
Ramo nel freddo. 
Scarpe rosse. 
Margherite sincere. 

Sensibilità. 
Sorso caldo, insieme. 
Magica amicizia. 
Affetto sincero. 

Ti riconosco. 
Benvenuta sensibilità. 


Pia 





mercoledì 6 dicembre 2017

Meglio la follia!




Perché è il coraggio che manca.
È follia? Non so...
Se vedi un'ingiustizia e non reagisci.
Se scopri il sotterfugio ma non ti esponi.
Se osservi ogni mossa, sai come uscirne 
e resti in silenzio.
Se conosci la verità ma ti mostri indifferente.
Se non aiuti, non il più debole,
 magari il più forte aggredito...
e lo sai benissimo. 
Se volti le spalle e vai via. 

Quando senti che qualcuno sta sbagliando. 
Quando l'attore "bambino" recita bene. 
Quando qualcuno prende in giro l'altro. 
Ti accorgi di una grande bugia 
e resti fermo, in attesa di chi? O di cosa? 
Quando fingiamo convinti 
dell'inesistenza dell'altro per gelosia 
o rabbia. 
Niente dialogo, niente scambi d'opinioni, 
nessun chiarimento. 

Sei senza coraggio 
inutile 
fallibile 
fermo ed immobile 
inesistente. 

Qualcuno direbbe: 
Sei intelligente 
sei una persona matura 
Sei stato/a diplomatico/a. 

Ed intanto 
hai distrutto una vita 
hai perso l'occasione di correggere 
hai voluto distruggere il futuro. 

Ed intanto ti sei sentito/a eroe. 

Povero/a ed illuso/a, 
falso/a intelligente. 
Meglio la follia! 


Pia  





lunedì 4 dicembre 2017

Di più



Ti amo. 
Ma non nel modo che pensi tu. 
Di più. 

Pia 



Vivi!



Non piangere piccola mia, non piangere. 
La mamma mai del male ti farà. 
Ora ti appoggio qui, hai già mangiato. 
Coperta e già cambiata, niente lacrime. 
Ti bacio sulla fronte ed in ogni dove. 
Solo io soffriro` senza il tuo amore. 
Non piangere e resisti...
E già ti vedo, principessa nella vita e senza fretta. 
Mai patirai le sofferenze, mai la fame.
Tu avrai sorrisi, carezze e tanta speme. 
Qui ti lascio e con te abbandonero`, 
anche se lacero, il mio cuore. 


Vivi figlia mia, vivi! 



Pia 



Immagine dal web

Notte a Luna



La notte disse alla luna: 
Non mi guardare. 

La luna rispose: 
Non sono io a guardarti ma il sole e le stelle e tutto il creato. 
Sei scura e profonda ma gli occhi vagano in cerca di te, 
tu sei ciò che tutto contiene e che regge la vita. 

Disse la notte: 
Ma io mi vergogno! 

Allora la luna comprese il disagio e disse: 
Nasconditi dietro di me, 
Infondo la mia luce e nessuno noterà te. 
Ma sappi che seppur nera ed oscura, 
tu o notte per sempre sarai struttura. 

Felice la notte di gratitudine accesa 
rispose alla luna: 
Grazie, senza te io non sarei sicura. 
Per cui ricambio rendendomi più nera 
e tu brillarai gioiosa e fiera. 

Così seppur la notte fa tutti sospirare 
La luna ognuno farà innamorare. 


Pia 


Buonanotte. ⭐⭐⭐ 





domenica 3 dicembre 2017

Buon Attesa!



In questa prima Domenica d'Avvento c'è stranamente in giro un gran fervore. 
Qualcosa che prima non era mai accaduto, qualcosa che non avevo mai provato. 
Di solito per il primo avvenimento, la notizia passa inosservata. 
Solo per qualcuno è già attesa e solo per qualcuno è aspettata. 
Ma forse la gente riconosce, nei volti dei passanti quella gioia che passa di voce in voce e con gran sorrisi, negli sguardi e nei gesti condivisi. 

Intanto dico a tutti: meno male, desidero che ognuno abbia nel cuore, non odio ma tanta gratitudine, armonia, fiducia, pace e splendore. 

Splendore? Dirà qualcuno... 

Sì, splendore. 
La luce delle stelle, il calore del sole. La folgore del fulmine, lo scoppio di una meteora, lo schiocco bruciante di un bacio d'amore. 

Anch'io partecipo ed anch'io sono agitata, perché vorrei essere foriera di questa felicità annunziata. 

Per cui ora vi dico, che tutti non dimentichino e che tutto continui. 
Inizia molto bene e continui, sempre e più forte di prima. 


 Pia 





Premio per me



Un mio amico della blogosfera ha voluto regalarmi questo ambito premio ed io lo ringrazio tanto. 
È una persona speciale, con tanti interessi e grande positività, per cui vi invito a visitare il suo luogo con assiduità. 

Grazie a 
Riccardo 
di




Ovviamente ci sono delle regole da rispettare: 

1 - i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d'onore. 

2- i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni da parte del premiante riservate agli esclusi a mo` di consolazione. 

3 - i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete. 

4 - è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarci a copiarla, così come io le ho concepite. 

5 - per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) Bitch Pleas A dare...quindi occhio! 




Io non ho molti amici da nominare per cui indico: 

Luigi è semplice, diretto e profondo nei suoi argomenti, che tratta con intelligenza e grande sensibilità. 

Enrico è una persona molto informata ed attenta. 
I suoi post sono originali e sicuramente neanche si aspetta il premio. 
A me piace molto, per cui vi suggerisco di visitarlo. 

Vincenzo credo che siano in molti a conoscerlo. 
Lo premio perché nei suoi apparentemente semplici post c'è molta sapienza. 
Assolutamente da non sottovalutare. 

Mauro è un valido scrittore. 
Sa pubblicizzare molto bene ciò che scrive e credo che in tanti dovrebbero seguire il suo esempio. 

Sharon è una persona modesta, con grandi interessi e sogni. 
La conosco da poco ma posso dire che è valida e sulla scrittura sa molto. Io sto imparando grazie a lei. 
Da seguire. 

Infine aggiungo questa mia nuovissima amica. 
Benedetta si è imposta con rispetto tra i miei amici. 
E mi sta molto simpatica. 
Ha consigli per tutti ed i suoi post sono originali e curiosi. 
Scrive molto bene, per cui dateci un'occhiata.  

Diletta è una dolcissima studentessa di giurisprudenza che da pochissimo si è fatta conoscere da me. 
Penso che bisognerebbe tenerla in considerazione. 
Scrive e si diverte con grande fantasia per cui nomino anche lei. 


Credevo di non arrivare a sette ed invece... 

Concludo ringraziando ancora Enrico. 
Spero di meritare la sua stima e la sua deliziosa amicizia. 
Ciao. 


venerdì 1 dicembre 2017

Diversi ma uguali



Ci sono giorni molto particolari nella nostra vita in cui, mentre ci affatichiamo a portare avanti i nostri progetti della giornata, ci sorge un dubbio: sto facendo la cosa giusta? È quello che volevo veramente per me o avrei potuto essere e vivere in maniera diversa? 

Credo che ciò accada quando, per qualche strano motivo, ci sentiamo insoddisfatti e la mente inizia a vagare tra ricordi, emozioni e sogni.  

Però in me avviene anche qualcosa che non mi era mai successo prima, forse perché non lo notavo e non era ancora la mia realtà. 
Inizio ad immedesimarmi nelle persone che arrivano da luoghi lontani, paesi con storie e tradizioni diverse, molto dalle mie. 

Vengono per unirsi a noi con la speranza di un futuro migliore, con la curiosità di conoscerci ed il desiderio, forse, di divenire come noi, di poter realizzare i loro sogni ed essere finalmente sereni ed apprezzati da tutti (cosa desiderata da qualunque essere umano). 
Però il loro passato è diverso, per noi è difficile comprenderli. Eppure anche loro sono come noi, si fermano e riflettono e si fanno le nostre stesse domande: sto facendo la cosa giusta? È quello che volevo veramente per me o avrei potuto essere e vivere in maniera diversa? 
Una piccola attenzione alla risposta dovuta, 
che per noi è: va bene comunque, sono serena/o e tutti mi apprezzano. 
Per loro forse è: sto bene qui perché il peggio l'ho già incontrato. 
Non ci rendiamo conto che i loro sogni sono come i nostri, i desideri come i nostri ma la loro opportunità di realizzazione è più difficile. 

Così, mentre i miei pensieri vagano e la vita scorre, credo che va bene così, che in fondo non posso lamentarmi e se continuo (prendendo anche come esempio loro e la forza che hanno di integrarsi) a lottare per i miei sogni, magari qualcosina riuscirò a tirar fuori, seppur misera e con età avanzata...chissà... 

Intanto vi lascio tutto ciò, sperando di non avervi annoiato. 
Un forte smaccckkkoso abbraccio a voi. Ciao! 





mercoledì 29 novembre 2017

martedì 28 novembre 2017



E se fallisco è solo colpa mia. 

Pia 





VB



Volersi bene. 
Scorrono le parole ed i pensieri. 
Io e te senza nulla da spiegare. 
Sguardi improvvisi, sinceri e pieni. 
Volersi bene. 
Frutto di sensazioni. 
Aprirsi senza voce. 
Dirsi tutto e niente. 
Volersi bene. 
In fuga ed in partenza. 
Insieme anche in assenza. 
Nei posti che vogliamo. 
Volersi bene. 
Nessuna pretesa. 
Non conoscere il male. 
Sincerità, sicurezza e fiducia. 

Volersi bene e non dirselo mai. 

Due linee che si uniscono. 

Lo senti che è così. 


Pia 


Riccardo Guasco 

domenica 26 novembre 2017

😊



Il sorriso
inestimabile valore.
Prodigio d'intenti.
Sorridi
rifletti
unisci ad esso il tuo pensiero
e sii libero.

Pia




Limite



No!
Non si può limitare la creatività. 
Butti per terra
piangi, distruggi.
Se non è qui non è neanche là.  
Poi è come risorgere 
ti asciughi gli occhi 
e molto lentamente riprendi. 

Non hai fatto altro 
hai solo posto 
il tuo 
su un pezzo di carta 
una tela, un foglio 
un pezzo di legno... 

Poi ti rassegni. 
Ecco 
è finito 
ed io sono lì. 
Insoddisfatta 
ma ti rassegni 
al tuo limite. 


Pia 


Max Ernst

martedì 21 novembre 2017

lunedì 20 novembre 2017

Eppure io...ci credevo tanto



Con questa poesia ho partecipato al mini concorso della carinissima Dora Millaci.
Per saperne di più cliccate sul link:
https://plus.google.com/104262998603227823705/posts/TKWhzx6Tvu2?hl=it



Lezioni di vita passati col tempo.
Momenti rubati
forse inutili, sterili...
Appesa ad un filo
vagavo nel mondo
cercando qualcosa,
non so.

Un piccolo pennello spelacchiato,
una matita spuntata,
un quadro poi realizzato.

Un cappello di sbieco sul capo,
l'andatura incerta
verso quel sogno,
forse mai riportato.

Ed ancora la biro...
tintennante sul foglio.
Ingenuo biancheggiare
di brevi e lente parole.
Gli occhi dispersi,
in alto,
ricercando valori.

Eppur ci credevo davvero
e tanto.

Ed ora d'abitudine
solo vaga quella speme
e non muore,
di forza si erge sul tutto.

Pia

Fede


Avere fede, esprimere nel tempo qualcosa di indelebile.
Osservare con nuovi occhi
immaginare qualcosa di nuovo
o vedere davvero qualcosa
anche in un filo d'erba.
La forza di un fiore di campo.
Pia


Immagine modificata da me.


venerdì 17 novembre 2017

lunedì 13 novembre 2017

😊



È la felicità... 
Così bella e 
così incompresa. 


Pia 




Stravolto!



Se vuoi ti stravolgo la vita! 
Nelle mie folle decisioni 
che tu ti diverti ad assecondare. 
Nelle scelte strane 
ed apparentemente senza senso 
perché credi in me 
e sai che non so sbagliare. 

Ti stravolgo la vita 
quando cambio i tuoi piani, 
quando trovo la tua cosa giusta 
e l'applico...perché neanche tu 
sai errare. 

Se vuoi ti travolgo 
con i miei pensieri, 
le mie parole, 
i miei ingorghi veri. 
Ma poi ti stravolgo 
anche con il mio buon senso... 

... 

Fatti stravolgere 
e non ti crucciare... 
Tanto lo so...non resisti 
ed io...e tu...mi lasci fare. 


Pia 





martedì 7 novembre 2017

Dolce Natale in anticipo




Buongiorno amici. 
Vi state preparando per il dolce Natale? 
Lo so sembra troppo presto per parlarne ma non per me. 
Di solito sono tra le ultime persone della famiglia, quella che non prepara fino a quando non arriva il fatidico 8 Dicembre...ahahahah...e neanche allora... 
Invece quest'anno stranamente il mio pensiero è rivolto a quest'evento. 
Forse sono gli avvenimenti che si succedono nel mondo, tragedie, morti senza senso e la continua lotta per la sopravvivenza...sì, credo sia questo. 
È così difficile vedere il prossimo periodo di festa con serenità. 

Ovunque abbiamo egoismi, soprusi, cattiverie di ogni genere, giovani che vivono male la loro vita e che provano a mostrare la loro forza con la violenza, soprattutto verbale e nel web...già, proprio nel web, gli adulti danno il cattivo esempio, nessuna saggezza e continue finzioni, tutti attori...ed i giovani fingono di essere adulti, mostrano ciò che per loro sembra giusto ma non lo è. 

Orgoglio, pregiudizi e giudizi, macchinazioni di pensiero...anche e soprattutto i colti ed apparentemente sapienti, non fanno nulla, anzi loro agiscono nel modo peggiore credendo di essere nel giusto. 

È terribile e visto che nessuno prova minimamente a cambiare o perlomeno ad essere diversi dalla massa, allora ci provo io. 

Siate veri e sinceri, abbiate sempre fiducia nella gente, anche se c'è chi finge bontà con voi, una volta scoperti saranno proprio loro ad abbandonarvi. 
Non dispiacetevi però e dite sempre ciò che pensate, chi vi ama davvero non vi lascia soli e non vi delude o perlomeno prova a tornare sui propri passi e con coraggio e determinazione vi chiede perdono. 
Ahahahah...sembra una favola ma vi assicuro, è così. Altrimenti meglio perderli che trovarli (saggezza antica ed antico detto). 

Allora pensiamo al Natale. 

Se questo periodo si prolungasse per l'intero anno, tutto sarebbe diverso. 
Fateci caso. Le azioni e la ragione sembra che vogliano trovare sempre un compromesso con il cuore. 
È più facile avere rapporti con gli altri, siamo più sereni se non propriamente felici. Ci riuniamo in feste e banchetti, usciamo da soli oppure in compagnia  per fare compere, per i regali. 
Riflettiamo bene prima di ogni parola ed ogni azione, evitando così di provocare disagi o litigi inutili. Siamo attenti e sempre propensi al bene. 

Ecco, questa mio stupido scritto lo dedico a chi non mi conosce, a chi mi giudica e desidera farmi apparire per ciò che non sono. Lo dedico anche a chi mi conosce davvero o perlomeno ha provato a conoscermi davvero, seppur non di persona. Ed infine a tutti coloro, giovani e vecchi che credono ancora che la vita va vissuta con serenità, senza inutili lotte ed inganni. 

Dedico tutto ciò a chi amo ed a chi mi ama. 

Felice tempo di Natale a tutti! Grazie! 



Immagine dal web 


domenica 5 novembre 2017

Quella curva deliziosa




Ma tu, tu continua a sorridere.
Anche se non riesci a farlo
anche senza te al tuo fianco
anche se non resisti
anche se sembra inutile farlo.

Scopri e mostra il tuo sorriso
come quando da bambino
non sentivi alcun vicino
sprofondato nel tuo mondo
ti sentivi così giocondo.

Sorridi sempre alla gente
alle capre, al viandante.
Alla foglia, al topolino
al ricambio di un bambino.
Alla nuvola vagante
alla goccia ed al passante.

Hai scoperto che vuol dire?
Hai sentito il cuoricino?
Hai presente quella volta
che una mano le stringesti?
Quello sguardo sorridente
che per te solo vivrebbe?

Ecco dunque sempre sorridi...
già dimentica lo spessore
dei problemi e dei dolori.
Quelli sempre ci saranno
ma tu fermo dici alt!
Mai più qui si vedranno
se le labbra rifaranno
quella curva deliziosa
che sì, ammalia generosa.

Dai sorridi e ridi ancora
ecco vedi? Anche la rosa
ha ripreso il suo colore
e sorride con ardore.

Vita forza, vieni pure.
Intatta e dura non vincerà
perché di gioia ormai vestirà. 


Pia



Immagine creata da me
Vietata riproduzione 


sabato 4 novembre 2017

Amici



Quanto grande è ritrovarsi improvvisamente in casa un gruppo di amici che desiderano condividere con te un pizzico di tempo, non te lo fanno pesare ma si concedono senza neanche accorgersi di quanto possente sia un tale atteggiamento. 
In questo ultimo periodo mi è accaduto spesso e ne sono immensamente felice. 
Qui li ringrazio, anche se forse neanche leggeranno ciò che ho scritto. 

Gli amici sono importanti solo se sono veri. 

Ciao a tutti. 


Pia 



giovedì 2 novembre 2017

Finiti e dispersi



Ho disperso tutti i miei sogni in un mare di gesso.

Ho frantumato i miei dolci ricordi
di quando bambina correvo per casa
fermandomi contro quel muro.
Sembrava bellissimo
tutto lo spazio per me.
Disegnavo alberi, case, fiori...
Pezzi di gesso colorati
e mi sporcavo
e starnutivo
e...non mi importava.

Ora quello spazio...
Dov'è?

Disperso in un mare di gesso...

Bianco, asettico e senza senso.
Ora non mi serve più.
Ora quel muro non esiste più.

Tutto è aperto
tutto è reale
tutto è diverso
tutto è finito...contro l'infinita immaginazione.

Sogni infranti
dispersi in un mare di gesso.


Pia