Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

mercoledì 31 maggio 2017

Uomini



E dove sono i nostri uomini, quelli di cui nessuna donna parla. Quelli che ti amano e te lo fanno capire con semplici atti di vita quotidiana. Quelli che in silenzio ed attenti non si fanno fregare e vivono la loro vita in comunione con la famiglia o solo con le proprie consorti. 
Spesso sento di atteggiamenti poco veri, di uomini che ingannano e feriscono, specie le proprie donne. 
Ma non credo che la maggior parte di essi siano così. 
Voglio parlare degli uomini veri. 
E poter finalmente lodare chi ha la fortuna ed il piacere di averne con sé. 
Perché spesso non è come si pensa. 
Si favoleggia del consorte pronto a donarti un fiore il giorno del tuo compleanno e che ti apre la portiera della macchina prima di sederti in essa...o magari che ti bacia in ogni istante che lo desideri o anche se non lo desideri. 
Ma scherziamo? 
Volete davvero un uomo così? 
Certo, fa piacere che accada tutto ciò ogni tanto ma... 
Bisogna vivere la realtà è valutare il tutto. 
Per cui dico che, se il mio lui non fa nulla di tutto ciò a me non interessa più di tanto. 
Preferisco chi non ha tempo se non per una parola di sollievo per una mia microscopica ed inutile sofferenza,  se non per essere veramente presente. 
L'uomo che lavora serenamente e non te lo fa pesare, quello che ti offre un bicchiere di acqua se tossisci, senza neanche chiederti il perché, colui che nella propria abitazione è silenzioso, non perché non abbia nulla da dirti ma semplicemente perché si sente a casa e che parla con te quando ha da comprendere qualcosa che lui non è riuscito a risolvere. Che ti valuta davvero come tua compagna, prolungamento dei suoi pensieri e del suo essere. 
Ecco credo che debbano avere più attenzione e non parlare o scrivere di loro solo per denigrarli (magari senza ragione, solo perché non vogliamo essere troppo buone o per solidarietà femminile). 
Oggi dico basta! 
Gli uomini veri ci sono e spesso neanche ci accorgiamo di averli accanto. Sono semplicemente ciò di cui abbiamo bisogno e ci fanno stare bene...anche se ci adiriamo tra noi. Per poi tornare al sereno. 
Attenti e non facciamoci imbrogliare, non pensiamo mai che siano tutti uguali, sarebbe lo stesso sbaglio che alcuni di loro fanno con noi. 
Amiamo i nostri uomini per ciò che sono realmente, valutiamo unicamente lui. Solo e soltanto lui. 
Ne sono certa che scopriremo di essere veramente benedette o fortunate, qual dir si voglia. 

Oggi voglio spezzare una lancia in loro favore. 
Loro che di nascosto ci scrivono poesie senza che ce ne accorgiamo, che se non sanno fare ciò dimostrano in tanti modi di essere i nostri degni compagni di vita... 
A loro e soprattutto al mio lui dico semplicemente... 

Grazie! 


Pia 



12 commenti:

  1. Brava. Il maschio si trova facilmente ma l'uomo è scomparso da tempo.
    Ciao Pia.

    RispondiElimina
  2. Grazie Gus.
    Qui affermo esattamente l'opposto ma ad ognuno le proprie opinioni. Ciao ed abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Cara Pia, proprio poco fa parlavamo con la mia coinquilina di uomini e ragazzi che non danno la giusta attenzione proprio alla persona che più li ama. Sembra che la diano per scontata e che possano direzionare altrove i gesti migliori. Non si tratta, come dci tu, di grandi cose; di diamanti, regali costosi ogni giorno o chissà che, ma di piccolissimi gesti che ti facciano dire "wow, mi sta pensando". Come lasciarti l'ultimo pezzettino del tuo dolce preferito o noleggiarti il tuo film preferito quando stai male e sei a letto.
    Mi dispiace molto per chi meriterebbe tutto questo e non lo ottiene da uomini (ma anche donne, al contrario) che sono attenti invece ad altro...e mi ritengo fortunata perché io ho invece trovato chi, per me, fa di tutto e di più davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio Paola...
      Ecco è proprio questo il problema, a volte non ci rendiamo conto quanto ciò che di male si racconta (anche su argomenti diversi), non è necessariamente la maggioranza. Le cose a volte non vengono dette ma non vuol dire che non esistano o che non siano la maggioranza.
      Sì, credo proprio che siamo state fortunate...
      Tieni stretto ciò che ha valore mi raccomando. Voi siete splendidi...entrambi. Ciao.

      Elimina
  4. Bellissimo :)
    In un'epoca di battaglia tra i sessi, un post che riporta tutti alla realtà.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Miki!
      Hai colto il punto...e non mi sorprendo.
      Abbraccio grande!

      Elimina
  5. Io credo che quando una donna parli male in generale della categoria uomo (ma vale anche il contrario) è semplicemente per nascondere il proprio fallimento, sentimentalmente parlando. E' vero, spesso l'uomo è balordo; ma è la donna che cade nell'inganno di chi nasconde altro, sotto la maschera del principe azzurro bello e sensibile: il latin-lover o comunque l'uomo che vuole divertirsi, finché il "giocattolo" gli aggrada, perché poi lo butta via. Sono comunque altresì convinto - le metà di coppie qui presenti e scriventi ne sono fulgidi esempi - che le brave persone (uomo o donna che sia) attirino inevitabilmente altre brave persone, ecco che il discorso dell'alchimia è molto più semplice di quello che si possa credere. Per questo chi parla male del sesso opposto alla fine è una persona che sostanzialmente ha fallito: non ha saputo farsi amare, perché evidentemente "non ne vale la pena". Non esistono donne insensibili o uomini che feriscono, esistono donne e uomini che falliscono.

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Riccardo!
    Bello leggere un pensiero così sincero...grazie.
    Il problema per me non consiste negli uomini o donne falliti e che non sanno come ottenere le cose di valore.
    Secondo me c'è tanto da considerare; come il fattore ambientale o familiare, le persone imparano e se vedono e conoscono solo quel tipo di atteggiamento è difficile che riescano a comprendere quello giusto.
    E non credo nel fallimento personale in entrambi i sessi tutto dipende dalla società e se comprendiamo questo forse avremo la forza di rialzarsi e combattere (anche solo per non dargliela vinta). Sbagliare poi avere la forza di cambiare, accorgersi dell'errore...ecco, questo è difficile...ma possibile.
    Io credo nel cambiamento, anche nell'amore quando è vero e forte. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetto di correggere una cosa della tua riflessione: uomini e donne che non sanno come ottenere le cose di valore, forse è meglio dire che non riescono ad ottenere le cose di valore, perché o non hanno valore in sé o non lo riescono a esprimere :)

      Elimina
    2. Forse hai ragione Riccardo...grazie. ;)*

      Elimina
  7. E' un bel componimento questo, Pia. E vale comunque, secondo me, anche all'inverso, cioè, ormai distinguere uomini e donne, per me, ha poco senso. Possiamo, semmai, distinguerci in chi è corretto, leale, innamorato e... chi non lo è. semplicemente.
    Ed è vero che molto spesso non ci si accorge del tanto che si ha per andar dietro a... cose sbagliate, inutili, immeritevoli, ma la nostra natura umana purtroppo tende a questo.
    Perciò io mi ritengo fortunato ad avere, invece, tantissimo, il meglio in tutti i sensi, e cerco di tenermelo stretto dandogli, anzi nel mio caso dandole, a mia volta almeno altrettanto amore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Maurizio, con la tua frase finale hai quasi coronato ciò che intendevo dire.
      Se si vuol bene una persona lo si dice o si può stare in silenzio, è nostra la scelta ma gli uomini veri ci sono e non bisogna solo scrivere o parlare di chi non lo è. Per me questi ultimi sono la minoranza. I compagni di vita sinceri (e come dici, vale anche per la donna) se ci sono non vengono fuori, semplicemente esistono e ciò mi conforta. Ciao e grazie!

      Elimina